Che lingua vuoi imparare?Right Arrow

Cibi natalizi nel mondo: un viaggio gastronomico

Non si vive di solo panettone.
Cibi natalizi nel mondo: un viaggio gastronomico

Il periodo natalizio è ricco di ricordi gioiosi legati alle tradizioni, ma c’è una tradizione in particolare che sembra unire tutte le persone, indipendentemente dalla loro provenienza: gustare piatti natalizi elaborati, gustosi e saporiti. Quindi, perché non arricchire il vostro menu di quest’anno con queste ricette alternative? Dalle pietanze a base di pesce ai dolci prelibati, abbiamo raccolto i più tipici cibi natalizi nel mondo, che riusciranno ad appagare i vostri desideri gastronomici e a sorprendere i vostri commensali.

Cibi natalizi nel mondo: che cosa si mangia a Natale negli altri paesi europei?

Regno Unito

Nel Regno Unito vale il detto “A Natale, grosso o piccino, su ogni tavola c’è un tacchino”. Infatti, mentre negli Stati Uniti, dove questo piatto è particolarmente apprezzato, per le feste natalizie si preferisce mangiare prosciutto e roast beef, il tacchino è la scelta prediletta sulle tavole britanniche. Questo uccello festivo si accompagna bene con tutto, e viene servito ripieno, oppure accompagnato da involtini di maiale o da montagne di verdure. Senza dimenticare gli umili cavoli e la salsa.

Qualche anno fa la catena britannica di supermercati Waitrose ha introdotto una variante di questo classico con i suoi “tacchini a sorpresa”. Che ve ne sembra del tacchino ripieno di pudding natalizio? È solo una delle strane tradizioni natalizie britanniche.

➡️ Leggi anche: Non solo cibi natalizi nel mondo: come si festeggia Natale negli altri paesi?

Germania

Se vi trovate in Germania, i tacchini sono pochi e rari, questo perché c’è un altro uccello a farla padrone: la Weihnachtsgans, ossia l’oca natalizia. Questa, insieme ai fagottini ripieni, al cavolo rosso, all’Oma’s Grünkohl (zuppa di cavoli speziata) e il Knacker (una salsiccia affumicata) è tra i piatti principali che non possono mancare sulle tavole tedesche durante le feste natalizie. Tuttavia, se l’oca non è di vostro gradimento, un pranzo natalizio tradizionale può anche consistere di Hasen (lepre) o Rebhuhn, il termine tedesco per indicare la pernice, anche se come dice il proverbio, “alla fine anche le pernici allo spiedo vengono a noia”.

Catalogna

Se per le feste vogliamo spostarci invece in un paese un po’ più caldo, andiamo in Catalogna, una regione autonoma della Spagna. Sulle tavole catalane potete trovare il jamón (prosciutto crudo stagionato), escudella carn d’olla (spezzatino di manzo), e ternasco (carne di montone).

Paesi Bassi

Alle gourmetten olandesi (molto simili alla raclette), tutti gli invitati cucinano le proprie pietanze a tavola su un piatto caldo. Normalmente si possono trovare carne e verdure tagliate a tocchetti, che ognuno può cucinare su una piccola padella. Poiché però ogni ospite è diverso, le opzioni possono variare notevolmente. Questo piatto a base di carne viene spesso servito con dell’insalata, per renderlo meno pesante.

Svizzera

Probabilmente conoscerete la fonduta, un piatto tipico piemontese a base di formaggio fuso. La Fondue Bourguignonne (o “fondue di manzo”) è leggermente diversa e consiste in un piatto di fette sottili di manzo che gli ospiti immergono in vari tipi di salse, dalla salsa cocktail a quella tartara alla salsa a base di curry.

La cartina dei cibi natalizi nel mondo

Cibi natalizi nel mondo a base di pesce

Russia

Tornando all’emisfero orientale e avvicinandoci al circolo artico, in Russia si mangiano i zakuski, ossia stuzzichini di pesce in salamoia, gamberi e pirozhki (gnocchi ripieni). Questi vengono serviti con un piatto principale a base di luccio perca, merlango o kulebyaza (gnocchi ripieni al salmone). Per finire, un pasto natalizio in Russia non può considerarsi completo senza un bicchierino di vodka tra una pietanza e l’altra.

Norvegia

Se non vi manca il coraggio, provate il lutefisk, un piatto tradizionale norvegese composto da pesce marinato nella liscivia. Per la preparazione il pesce, che può essere stoccafisso invecchiato o pesce bianco essiccato all’aria, viene prima immerso nell’acqua e poi nella liscivia, che a fine cottura dà al piatto una consistenza gelatinosa. Il Natale norvegese avrà anche un odore pungente, ma vale sicuramente la pena.

Groenlandia

Se vi trovate in Groenlandia, sorprendete il macellaio locale chiedendogli gli ingredienti ideali per preparare un banchetto tipico. Potete ordinare del mattak, ossia il grasso di balena, che per tradizione va ingoiato intero (tecnicamente tuttavia non è un pesce, ma un prodotto dell’oceano). O magari preferite ordinare il kiviak, piatto a base di piccoli Auk, uccelli marini simili ai pinguini che vengono fatti fermentare nella pelle di balena (a quanto pare ha un sapore molto simile al gorgonzola). Il Kiviak è una specialità degli Inuit della Groenlandia, tipica delle feste natalizie. Per prepararla sono necessari circa tre mesi, quindi forse è una ricetta che non dovreste provare a preparare da soli.

➡️ Leggi anche: Non c’è solo il panettone tra le ricette tipiche milanesi

I dolci natalizi nel mondo

Germania

Tra i cibi natalizi nel mondo, meritano ovviamente un capitolo a parte i dolci di Natale. In un Weihnachtsmarkt tedesco (mercato natalizio) potete trovare una vasta scelta di dolci allo zenzero. E se non avete la possibilità di visitare un mercato, potete tranquillamente prepararli a casa. Una Pfefferkuchenhaus (casetta di pan di zenzero) stile Hansel e Gretel, una Christstollen (torta alla frutta fatta con il marzapane) e i Plätzchen und Lebkuchen (biscotti di cioccolato e zenzero) rallegreranno le vostre feste natalizie con il loro sapore.

Spagna

Il Turrón (torrone) è molto amato in Spagna, tanto che in alcuni negozi è possibile trovare fino a ottanta tipi diversi di questa prelibatezza natalizia. Questo dolce è così popolare che il supermercato spagnolo Mercadona nel 2016 ne ha vendute 24.000 confezioni al giorno nel periodo natalizio, dopo aver lanciato un nuovo gusto di turrón: cioccolato con arachidi fritte e miele.

Le bevande natalizie in Europa

Svezia e Germania

Per tornare agli incantevoli mercati natalizi tedeschi, non si può festeggiare senza bere un bicchiere o due di Glühwein (letteralmente “vino luminoso”), noto in Italia come vin brulé. Se vi trovate in Svezia, potete provare il glögg, che è molto simile, sebbene a volte venga mescolato con bevande alcoliche più forti per scaldare le persone durante il freddo inverno. E queste non sono che due delle infinite versioni del vin brulé che si possono trovare in tutta Europa.

Spagna

In Spagna, trovandosi più a sud, non c’è bisogno del calore del vin brulé e gli spagnoli preferiscono bere un cocktail più semplice: il gin tonic. Tuttavia, non deve essere necessariamente il classico gin tonic che si beve tutto l’anno, e ad alcuni baristi spagnoli piace mescolarlo con altre erbe, spezie e frutti di stagione.

Danimarca

In Danimarca, la bevanda natalizia più popolare sono gli snaps. Sebbene il nome possa far pensare alla Schnapps (grappa), non sono la stessa cosa. Gli snaps danesi sono quasi sempre di akvavit, un liquore distillato scandinavo.


Questo articolo è apparso originariamente nell’edizione inglese di Babbel Magazine.

Vuoi imparare una lingua nuova?
Megan Toon
Megan ha trascorso la maggior parte della sua infanzia all'aria aperta nelle zone rurali del Somerset, in Inghilterra. Si è laureata all'Università di Yale con una doppia specializzazione in Lingue e civiltà classiche e del vicino Oriente. Il suo lavoro è stato incluso in numerose pubblicazioni che si occupano di politica estera e questioni globali. Nel suo tempo libero, Megan gioca a squash, corre, adora gli animali pelosi e a quattro zampe ed è sempre desiderosa di viaggiare ed esplorare nuovi angoli del pianeta.
Megan ha trascorso la maggior parte della sua infanzia all'aria aperta nelle zone rurali del Somerset, in Inghilterra. Si è laureata all'Università di Yale con una doppia specializzazione in Lingue e civiltà classiche e del vicino Oriente. Il suo lavoro è stato incluso in numerose pubblicazioni che si occupano di politica estera e questioni globali. Nel suo tempo libero, Megan gioca a squash, corre, adora gli animali pelosi e a quattro zampe ed è sempre desiderosa di viaggiare ed esplorare nuovi angoli del pianeta.

Articoli che ti potrebbero interessare

11 bizzarre tradizioni natalizie in tutto il mondo

11 bizzarre tradizioni natalizie in tutto il mondo

Dal cantare con un teschio di cavallo al godersi la Vigilia di Natale al KFC, ecco le tradizioni natalizie che danno del filo da torcere al nostro caro, vecchio, uomo del camino.
Le tradizioni di Capodanno in giro per il mondo

Le tradizioni di Capodanno in giro per il mondo

Come si aspetta la mezzanotte nei vari paesi del mondo? E come si festeggia l’arrivo del nuovo anno? Ecco la nostra lista di usanze più curiose!
Le 10 parole natalizie in inglese che dovete conoscere

Le 10 parole natalizie in inglese che dovete conoscere

I termini più utilizzati a Natale, la loro origine e la loro storia.