Babbel Logo

Babbel Magazine

Una lingua è come una matrioska, che al suo interno contiene infinite varianti. In questo episodio de “La Linguacciuta”, Ilenia Zodiaco vi spiega cosa sono registri, slang, sottocodici e idioletti.
La Linguacciuta: tutte le facce di ogni lingua – 7° episodio

Gli ultimi articoli

Imparare l’inglese se siete dei principianti: 5 trucchi semplici

Imparare l’inglese se siete dei principianti: 5 trucchi semplici

Se vi siete finalmente decisi a imparare l’inglese e siete degli assoluti principianti, siete nel posto giusto! Ecco 5 trucchi per affrontare lo studio con serenità ed efficacia.
Il giro del mondo dei pidgin: Papiamento

Il giro del mondo dei pidgin: Papiamento

Dopo essere stati in Cina e nei mari del Nord Europa, il nostro viaggio intorno al mondo sulle tracce delle lingue pidgin fa tappa ai Caraibi, nelle isole ABC (Aruba, Bonaire, Curaçao). Qui si parla il Papiamento.
I linguaggi inventati de “Il trono di spade”

I linguaggi inventati de “Il trono di spade”

Quali sono le lingue parlate nell’universo de “Il trono di spade” e qual è il loro equivalente nella vita reale?
Il glossario calcistico di Gianni Brera

Il glossario calcistico di Gianni Brera

Gianni Brera ha reinventato il linguaggio della cronaca calcistica. Chiunque parli di calcio utilizza i suoi neologismi, ancora oggi.
La Linguacciuta: come t’imparo una lingua – 6° episodio

La Linguacciuta: come t’imparo una lingua – 6° episodio

Libri, serie tv e interviste, ma anche viaggi, aperitivi linguistici e Babbel. Per imparare una nuova lingua, i metodi sono tanti. Ve ne parla Ilenia Zodiaco in questa sesta puntata de “La linguacciuta”.
Il giro del mondo dei pidgin: Il basco-islandese

Il giro del mondo dei pidgin: Il basco-islandese

Ecco la seconda tappa del nostro viaggio intorno al mondo sulle tracce dei pidgin. Si parla del basco-islandese, una lingua di commercianti, balenieri… e professori universitari.
Quando parla la TV: gli slogan pubblicitari nella cultura popolare

Quando parla la TV: gli slogan pubblicitari nella cultura popolare

Certi slogan pubblicitari vivono impressi nella nostra testa come un numero di telefono, un indirizzo o il verso di una poesia. Eccone qualcuno tra quelli che più hanno influenzato la cultura popolare.
Insulti vecchio stile, ovvero come offendere qualcuno senza farsi scoprire

Insulti vecchio stile, ovvero come offendere qualcuno senza farsi scoprire

Dedicato a tutti quelli che non vogliono rinunciare alle parolacce ma preferiscono gli insulti “vintage”.
La Linguacciuta: scrittori che inventano parole – 5° episodio

La Linguacciuta: scrittori che inventano parole – 5° episodio

Dall’almosting di Joyce all’esprit de l’escalier di Diderot, passando per la bolgia di Dante, l’incombere di Leopardi e il tramezzino di D’Annunzio. Molte parole che oggi sono di uso comune, nascono dalla creatività e dalla genialità di grandi scrittori.
Il giro del mondo dei pidgin: Chinese Pidgin English

Il giro del mondo dei pidgin: Chinese Pidgin English

Che cos’è un pidgin? Ve lo raccontiamo con un viaggio intorno al mondo in sei tappe. Iniziamo dalla provincia cinese del Canton, dove nel XVII secolo è nato il Chinese Pidgin English. Una lingua spontanea, fondamentale per il commercio.
La misteriosa arte della ventriloquia

La misteriosa arte della ventriloquia

Un uomo, un pupazzo, due voci: una tecnica magica che da secoli affascina persone di ogni età.
La Linguacciuta: deonomastici, non sono parolacce – 4° episodio

La Linguacciuta: deonomastici, non sono parolacce – 4° episodio

“Dongiovanni” e “perpetua”, ma anche “boicottaggio”, “mansarda”, “cardigan” e “biro”. Sono tutti deonomastici. Nella quarta puntata de “La linguacciuta”, la nostra Ilenia vi spiega cosa sono e com’è avvenuto il passaggio da nomi propri a nomi comuni per alcune parole di uso quotidiano.
La deonomastica: da nome proprio a termine comune

La deonomastica: da nome proprio a termine comune

Dal blue jeans alla cravatta. Dal gradasso al sosia. Il bagnomaria e lo zampirone. Alla scoperta della deonomastica, quando i nomi propri generano termini comuni.
Dizionario della street art: dai graffiti ai paste up

Dizionario della street art: dai graffiti ai paste up

Come si distingue un murale da un graffito? E cosa sono le tag? Ecco tutte le cose da sapere per un tour artistico urbano alla scoperta delle meraviglie della street art.
La Linguacciuta: chi ha paura della ministra – 3° episodio

La Linguacciuta: chi ha paura della ministra – 3° episodio

Termini come “ministra”, “assessora”, “sindaca” e “avvocata” non vi convincono? Nella terza puntata de “La Linguacciuta”, Ilenia Zodiaco affronta la questione del sessismo in Italia da un punto di vista linguistico.
Macchine che parlano come umani – Dalla leggenda alla scienza

Macchine che parlano come umani – Dalla leggenda alla scienza

Siamo circondati da macchine che parlano – dai distributori automatici ai nostri smartphone. E lo fanno in maniera sempre più umana. Ormai ci siamo abituati. Ma chi fu il primo a possedere un “automa” parlante? Un Papa intorno all’anno Mille, pare…
Lo “spettro” dell’amore nella Grecia antica

Lo “spettro” dell’amore nella Grecia antica

Il lessico degli antichi latini e greci è molto ricco: sapete quante sfumature dell’amore distinguevano i greci nell’antichità? Scopriamo insieme le parole per dirlo!
La teoria della relatività linguistica: il caso del Loglan e del Lojban, due strane lingue artificiali

La teoria della relatività linguistica: il caso del Loglan e del Lojban, due strane lingue artificiali

Si può creare una lingua giusto per sostenere una tesi scientifica? A quanto pare sì, chiedetelo al Dottor Brown.
Quando Benjamin Franklin decise di eliminare la “c”

Quando Benjamin Franklin decise di eliminare la “c”

Perché limitarsi ad inventare il parafulmine o la lente bifocale, quando è possibile creare un nuovo alfabeto eliminando le lettere scomode? Parliamo di Benjamin Franklin, e di quando provò a cambiare la lingua inglese.